Calzolai2.0 “sbarca” in Puglia

Domenica 18 marzo l’assemblea annuale a Gravina in Puglia a cui seguirà un corso gratuito tenuta dal calzolaio Ervis Haxhia sulle tecniche di tintura, smacchiatura e lavaggio

Gravina in Puglia 14 marzo 2018 – L’associazione italiana del Calzolai Artigiani “Calzolai 2.0”, aderente a Confartigianato, “sbarca” domenica mattina, 18 marzo, a Gravina in Puglia per la sua assemblea annuale a cui ha abbinato un importante evento formativo sulle Tecniche di Tintura Smacchiatura e Lavaggio che verrà tenuto dal Maestro Ervis Haxhia.


“La formazione -spiega Paride Geroli, Presidente di Calzolai 2.0- è certamente l’obiettivo principale che si è dato l’associazione nazionale dal giorno della sua nascita nel 2013. In particolare la formazione continua dedicata a chi già lavora nel settore e intende erogare un servizio sempre all’altezza ed aggredire un mercato importante ed in forte crescita: quello della manutenzione di livello, la riparazione impegnativa, la messa a modello, la personalizzazione e customizzazione e dei servizi accessori come il lavaggio, la lucidatura e la sanificazione. Senza dimenticare ovviamente, il grande mondo della scarpa su misura. Di iniziative formative ne vergono organizzate di continuo -gratuitamente e a pagamento- nel nord del Paese e al centro. Ma l’area del sud è spesso dimenticata per motivi logistici ma non solo. Per questo -afferma Geroli- noi abbiamo voluto essere diversi e dare un segnale. E dopo l’assemblea di Napoli del 2015 e quella di Roma del 2016, quest’anno abbiamo voluto arrivare in Puglia, agevolati dalla presenza del nostro Vice Presidente Andrea Russo che ci ha fatto da ponte logistico, con una novità: l’abbinata ad un corso importante di formazione che siamo riusciti ad offrire gratuitamente agli oltre 50 calzolai che si sono iscritti”.
“Arriveranno da tutta la Puglia -spiega il Vice Presidente Andrea Russo- ma anche da Calabria, Campania, Basilicata e Lazio. Da molti degli iscritti al corso ho ricevuto attestazioni di stima per aver finalmente organizzato qualcosa al sud. Sono certo che da questa prima esperienza nascerà, anche grazie alla collaborazione delle Confartigianato locali, un movimento che darà grandi soddisfazioni. I calzolai sono pronti e non aspettavano altro che una proposta e, sono orgoglioso, che questa sia arrivata dalla nostra organizzazione”.
“In particolare -prosegue- il seminario sulle tecniche di tintura, smacchiatura e lavaggio che sarà tenuto dal calzolaio Ervis Haxhia con la collaborazione della ditta Shoemagic, farà luce su nuove tecniche che daranno a tutti noi la possibilità di migliorarci e proporci ai clienti con una maggiore professionalità, offrendo servizi inediti, magari mai messi a loro disposizione. Fino a non molto tempo fa era considerato impensabile tingere, ad esempio, le scarpe in tessuto: ora è possibile e ciò incrementa i nostri ambiti di intervento e quindi di lavoro. Il workshop sarà utilissimo, perché abbina le informazioni tecniche alle dimostrazioni pratiche su casi concreti”.
Calzolai 2.0
La nostra associazione in 5 anni è diventa grande, soprattutto nei numeri. Il 30 giugno del 2013 a Verona erano 45 i soci fondatori. Oggi si è superata la soglia dei 330 soci effettivi. Siamo 6 volte tanto e soprattutto siamo raddoppiati in un anno + 100% Ma non solo. Ci sono anche 42 soci sostenitori e, soprattutto una decina di fornitori ed imprese del settore che credono in noi e ci sostengono.
Abbiamo soci in 17 regioni d’Italia e nella provincia autonoma di Bolzano. Ci mancano rappresentanti solo ad Aosta e Friuli Venezia Giulia e nella provincia autonoma di Trento.
Gli obiettivi che ci siamo posti:
1) dare dignità e rappresentanza nazionale ai calzolai – raggiunta con affiliazione a Confartigianato;
2) dare informazioni puntuali alla categoria – lo stiamo facendo con le nostre news letter; il portale; facebook;
3) dare un punto di riferimento a chi opera in questo settore;
4) tutelare la categoria – lo stiamo facendo ad esempio con il nostro contributo alla revisione degli studi di settore. Oppure nella battaglia (vinta) per escluderci dal SISTRI
5) formazione continua (per chi già lavora e vuole migliorarsi) e scuole di mestiere;
6) visibilità a chi fa questo mestiere con comunicati stampa.
Abbiamo creato un portale (nel 2014) www.calzolaiduepuntozero.it dove è possibile vedere i collegi soci dove lavorano e trovare anche indicazioni più precise se uno lo ritiene interessante.
Abbiamo creato un logo che è il simbolo di appartenenza alla categoria
Abbiamo informato i colleghi –spesso lasciati soli in bottega a lavorare-
Oggi con pochi click è possibile avere informazioni
- 5 circolari nel 2014 (sistri, pec, pos)
- 6 nel 2015 (sacchetti, giacenze ricevute, etichettatura calzature, scontrini fiscali)
- 1 nel 2016 (regime forfettario)
- Diversi comunicato stampa
Progetti 2016 - 2018
- scuola di formazione
- rappresentanza europea
- sviluppare il tema delle reti (esperienza Italian Cobblers)
- Progetto di un concorso nazionale come quello di Wiesbaden