101 Giro d’Italia Sono italiane alcune delle scarpe tecniche più prestigiose indossate dai ciclisti

http://www.italianshoes.com/it/pedalare-indossando-made-in-italy/
Venezia 28 maggio 2018 – 21 tappe, tra pianure, colline e passi di montagna, attraversando le strade, le piazze, le località tra le più belle del mondo, col gran finale che quest’anno si è tenuto a Roma per un totale di 3.546 chilometri di fatica, sudore, lacrime di gioia, cadute, vittorie, maglie rosa, e milioni di spettatori incollati alla tv.
Dal 4 al 27 maggio si è disputata l’edizione 2018 del Giro d’Italia (o più semplicemente del Giro, come lo conoscono tutti), competizione che da oltre un secolo accompagna la storia del nostro Paese e rappresenta probabilmente il più potente simbolo dello strettissimo rapporto tra l’Italia e il ciclismo.


È in Italia, infatti, che si sono tenute alcune tra le prime e più importanti competizioni ciclistiche del mondo: la prima grande gara su strada fu francese, la Parigi-Rouen, nel 1869, ma appena l’anno dopo nacque la Firenze-Pistoia, a cui seguì la Milano-Torino (1876) e, nel 1909, su modello del Tour de France (che risale al 1903), il Giro, inventato da Uccio Costamagna de La Gazzetta dello Sport.
Proprio il Giro, insieme all’inventiva e alla capacità di artigiani e imprenditori, e alla qualità dei prodotti Made in Italy, è tra le poche certezze che da più di 100 anni sono rimaste in un paese profondamente mutato.
Sono italiane molte delle aziende di calzature (settore radicato nella nostra cultura e nella nostra economia da ancor più tempo della passione per le due ruote) che realizzano prodotti appositamente pensati per il ciclismo, professionistico o dilettantesco che sia, e sono ai piedi di migliaia e migliaia di ciclisti di tutto il mondo, e a quelli di alcuni degli oltre 170 atleti che si sono presentati alla partenza del Giro il 4 maggio.
Tra i marchi spiccano Gaerne, fondato nel 1962 a Coste di Maser, in provincia di Treviso, da Ernesto Gazzola. Specializzato in calzature sportive per motociclismo e ciclismo, Gaerne è anche il brand scelto da uno dei favoriti del Giro, Fabio Aru, che avrà ai piedi le leggerissime e altamente tecnologiche Carbon G-Stilo+.
Sempre a Treviso, più precisamente a San Biagio di Callalta, c’è il Calzaturificio Sabena, fondato 45 anni or sono da Giancarlo Stocco e da sua moglie. Specializzato in scarpe sportive fin dagli anni ‘80, il Calzaturificio ha lanciato nel 2012 il marchio Crono, le cui calzature sono indossate da atleti e squadre maschili e femminili, dal ciclismo su strada al triathlon. In particolare, gli atleti che partecipano al giro d’Italia, indossando le scarpe Crono, con la squadra Androni giocattoli sono: Gavazzi Francesco, Frapporti Mattia, Frapporti Marco e Bisolti Alessandro.
Sono dedicate invece a uno dei più grandi talenti sportivi italiani di sempre, Marco Pantani, le scarpe da ciclismo di Manenti Shoes, calzaturificio che da mezzo secolo realizza artigianalmente scarpe classiche e sportive a Treviglio (BG).

Attachments:
Download this file (Articolo 08_18 - giro 101 Italia.pdf)Articolo 08_18 - giro 101 Italia.pdf[ ]169 kB